Quando si parla di prodotti naturali si intende cosmetici formulati principalmente con ingredienti che provengono dal mondo vegetale o minerale (anche quest’ultimo fa infatti parte della natura). Come capirlo? Basta leggere l’INCI, cioè la lista di ciò che contiene un cosmetico, che per legge deve essere riportata su tutte le confezioni. Se molti termini sono scritti in latino, vuol dire che il prodotto è composto da ingredienti naturali di origine vegetale. Per convenzione, infatti, si scrivono nell’antica lingua dei Romani i nomi di piante, minerali, fiori ecc. dai quali si ricavano gli estratti benefici per la cura di pelle e capelli.
Alcuni cosmetici superano il 90% di ingredienti naturali. Il restante è occupato da componenti che devono necessariamente essere presenti nella formula perché servono letteralmente a "fabbricarla", come ad esempio gli additivi indispensabili per unire gli ingredienti e pere renderli più piacevoli al tatto.

 

Una delle caratteristiche principali dei prodotti naturali è la minore presenza di parabeni e siliconi, additivi chimici che hanno la funzione rispettivamente di conservare le creme e di renderle apparentemente più leviganti.

Nell’INCI i parabeni si riferiscono a tutti quei termini contraddistinti dal suffisso "-ben" e "-bene".

I siliconi, invece, terminano con il suffisso "-one" e "-xane". Servono, in particolare, a creare un film sulla pelle per farla apparire subito più liscia e compatta. Oppure a levigare la fibra dei capelli, per conferirle setosità. Se nelle confezioni delle creme (link a Art CREME VISO) o dei prodotti per capelli, figurano in quantità moderate, vuol dire che si tratta di cosmetici naturali.