BLACK MASK

Ecco dunque maschere spesso a base di ingredienti purificanti e assorbenti come l’argilla verde, bianca, rossa e il carbone, tra gli ingredienti che la cosmetica sta scoprendo come essenziali per combattere determinati inestetismi. Grazie al suo potere purificante e detossinante, infatti, il carbone vegetale, più conosciuto come purificante per stomaco e intestino, viene adesso utilizzato in maschere per i punti neri. Dal colore nero, vengono anche chiamate “black mask”. Ma qual è il vantaggio di usare una maschera viso contro i punti neri? “La maschera aiuta a disostruire i pori. È anche un’esperienza piacevole che lascia una sensazione di pulizia e di accettazione della pelle – spiega la dermatologa dott.ssa Nina Roos -. La maschera deve essere lasciata in posa per vari minuti, ma va rimossa quando la pelle inizia a tirare. Deve essere sciacquata con cura e si deve applicare un trattamento subito dopo. Consiglio di utilizzare una maschera di pulizia profonda almeno una volta a settimana se possibile”. Ideale è PureActive Intensive 3 in 1 Anti-Punti neri, detergente, scrub e maschera insieme che con la sua texture sorprendente di argilla nera, contiene tutto il potere di tre diverse difese anti punti neri. Può essere usato ogni giorno come detergente e scrub delicato e fino a 3 volte a settimana come maschera, dato che è arricchita con argilla al carbone e ingredienti minerali che assorbono il grasso, neutralizzano la lucidità e lisciano la pelle. L’eccesso di sebo è eliminato fin dal primo utilizzo per il 96 per cento delle donne.