Avreste mai pensato di curare il mal di testa con la lavanda? Probabilmente no, eppure la lavandula agustifolia ha tantissime proprietà benefiche; basti pensare che viene utilizzata per curare insonnia, tosse e addirittura punture d’insetto.

I benefici della lavanda sono tantissimi grazie alle sue proprietà sedative e calmanti, anche se la maggioranza delle persone la utilizza prevalentemente per profumare la biancheria e tenere lontane le tarme. L’etimologia stessa del nome rimanda alla cura della persona: l’acqua arricchita dai fiori della pianta infatti, veniva utilizzata per detergere il corpo già nell’antichità. Documenti testimoniano inoltre, che la pianta veniva impiegata anche per realizzare medicinali per curare nausea, dolori intestinali e persino il singhiozzo.

Tutte le proprietà della lavanda

Quella più coltivata e utilizzata è la lavanda officinalis, dal tipico azzurro-lilla che colora le campagne del senese e che regala il caratteristico profumo. Le sue proprietà vanno da quelle antireumatiche e antinfiammatorie, a quelle lenitive e rilassanti.

Da secoli i fiori di lavanda vengono utilizzati per prodotti utili alla cura della persona e della bellezza; essiccati e lasciati macerare per alcune settimane insieme ad un olio vegetale (anche l’extravergine di oliva), possono essere utilizzati per infusi e decotti curativi e per il lavaggio di ulcere e ferite.

Tra le altre proprietà della lavanda, vanno sottolineate anche quelle calmanti e rilassanti. Provate a bere un infuso di lavanda, con i fiori essiccati della pianta mischiati a melissa, tiglio e camomilla; il sapore sarà gradevole e allo stesso tempo si avranno effetti rilassanti e diuretici.

I benefici della lavanda per la pelle

Grazie alle sue proprietà calmanti e antinfiammatorie, la lavanda è un vero e proprio toccasana per la pelle. Può essere infatti utilizzata per trattare ferite, punture d’insetti, dermatosi o eczemi.

Impossibile poi non citare tra le proprietà della lavanda, la sua azione anti-invecchiamento. Per questo motivo i laboratori Garnier hanno pensato ad inserire l’olio essenziale di lavanda nella linea BIO per il viso. Una linea completa per il trattamento della pelle che sfrutta tutti i suoi benefici.

Tutti gli utilizzi dell’olio essenziale di lavanda

L’olio essenziale di lavanda viene utilizzato in tantissimi modi. Questi sono solo alcune delle applicazioni.

Uno degli impieghi più frequenti è quello per la cura di infiammazioni della pelle e scottature. Basta amalgamare qualche goccia di olio di lavanda in olio di oliva extravergine per preparare un composto utile a curare prurito dovuto a punture di insetto.

Può inoltre essere utilizzato per massaggi per il corpo, dal momento che ha proprietà decontratturanti; aggiunto ai sali da bagno dona sollievo per un pediluvio serale al termine di una giornata di lavoro.

Ma l’olio di lavanda dona benefici anche in caso di mal di testa da stress o tensione: basta strofinare poche gocce di olio sulle tempie e massaggiarle per qualche minuto per avere subito i primi benefici.

In caso di raffreddore poi, basta aggiungere poche gocce di olio di lavanda in acqua bollente insieme al bicarbonato e fare suffumigi.

Soffrite di insonnia? Provate a vaporizzare l’acqua floreale alla lavanda nella stanza prima di andare a dormire, oppure spruzzatene un po’ sul cuscino o su di un fazzoletto di cotone messo sul comodino: la notte trascorrerà più tranquilla.

Se invece soffrite di dolori reumatici, fate dei massaggi con l’olio sulle zone interessate: proverete sollievo già dalle prime applicazioni.

Vi siete procurati un livido? La sera provate a trattarlo e massaggiarlo leggermente con olio di lavanda, mentre durante il giorno con olio di rosmarino e si riassorbirà velocemente.

Chi ha problemi di acne e in genere di pelle grassa, provi a fare risciacqui con acqua dove sono stati fatti macerare foglie e fiori di lavanda. A chi ha capelli grassi invece, viene consigliato di fare un risciacquo con acqua dove sono stati fatti bollire fiori di lavanda.

Meglio utilizzare solo lavanda bio

La condizione indispensabile per sfruttare tutti i benefici della pianta è si abbia a disposizione lavanda bio. L’efficacia di prodotti da questa ricavati infatti dipende da come viene coltivata, raccolta e trattata. A questo proposito, Garnier ha dedicato più di 10 anni alla ricerca e alla combinazione di ingredienti naturali e biologici, grazie alla quale sono nati i prodotti della nuova linea Garnier Bio. Si tratta di creme e preparati composti dal 95 per cento di ingredienti naturali con un ingrediente star accuratamente selezionato come appunto la lavanda bio.