INCI è l’acronimo di International Nomenclature for Cosmetic Ingredients, cioè la denominazione internazionale degli ingredienti presenti in un cosmetico. È una lista che per legge deve figurare sulle confezioni di tutti i prodotti beauty per mostrare chiaramente che cosa contengono (Regolamento Europeo 1223/2009 aggiornato al 2013). La lingua usata per convenzione in tutto il mondo è l’inglese. Qualora si trovino nomi in latino, è bene sapere che si riferiscono a ingredienti naturali di origine vegetale, come piante, estratti, erbe ecc.

Che cos’è l’INCI

Oltre ai principi attivi veri e propri, nell’INCI sono indicati anche altri componenti che rendono possibile la formulazione di un cosmetico, cioè: addensanti (per unire i vari ingredienti), emulsionanti (per renderli piacevoli al tatto), conservanti (per evitare che si deteriorino), eventuali profumi e coloranti. Questi ultimi sono classificati secondo le numerazioni stabilite dal Colour Index, come ad esempio CI 74160 per indicare il pigmento blu.

Tutti questi additivi possono essere sia chimici che di derivazione vegetale. Per tradurli occorre davvero avere un dizionario alla mano, poiché spesso hanno un nome particolare e non di certo in uso nel lessico di tutti i giorni!