Occorre innanzitutto chiarire cosa sono i punti neri, da non confondere con i brufoli e che si formano quando i residui delle cellule ma anche del make up, della polvere, delle particelle inquinanti e dello sporco in generale si depositano nei pori della pelle, ossidandosi a contatto dell’aria, diventando neri. Possono comparire per varie cause, tra le quali l’attività ormonale, sebo in eccesso e pelle poco pulita e impura. Da questo si comprende come i punti neri non siano un problema solo adolescenziale, ma possono comparire a ogni età, anche quella adulta, essendo anche fortemente legati alla qualità della pelle, grassa e mista in particolare, tanto da essere presenti soprattutto nella cosiddetta “zona T”, ovvero tra mento e naso.