Si parla di pelle secca quando questa ha un aspetto molto fragile, dovuto alla carenza di lipidi, è sottile e poco elastica e appare visibilmente disidratata. Ecco perché una corretta idratazione è quindi indispensabile per mantenere tonica la pelle del viso: se l’apporto di acqua nello strato più superficiale dell’epidermide è insufficiente, la pelle si assottiglia e diventa più secca, a volte quasi squamosa. E questo vale soprattutto quando si ha a che fare con pelli molto delicate. Inoltre, una pelle secca nasconde molte più rughe ed è soggetta ad un invecchiamento precoce rispetto a una più grassa!

Pelle che tira: le cause

La pelle secca si individua facilmente: spesso e ruvida e caratterizzata da una sensazione di "pelle che tira", in particolar modo dopo le normali operazioni di detersione. Ma quali sono i motivi di un viso che tira in questo modo? L’aria secca è probabilmente la principale causa: sia durante la brutta stagione, con i riscaldamenti alti che seccano del viso, sia durante l’estate, quando l’aria condizionata aggredisce e stressa la pelle disidratandola e rendendola più fragile e delicata.

Un altro nemico della pelle secca è il sapone: se è vero che le soluzioni schiumogene aiutano ad eliminare velocemente le tracce di make up e lo ‘sporco’ che si accumula sulla pelle durante la giornata, è anche vero che rimuovono le sostanze protettive della pelle, alterandone il Ph naturale. Vanno evitati i detergenti aggressivi che, anche se lasciano una bella sensazione di pulizia sul viso, seccano eccessivamente la pelle sensibile, ipereccitata, e magari arrossata, rendendola più reattiva quando avrebbe invece bisogno di un detergente lenitivo e calmante.