Sette donne su 10 si colorano i capelli per vari motivi (nell’ordine: coprire i capelli bianchi, schiarirli, cambiare look e rendere il proprio colore più brillante), e il 37% di queste ricorre alle colorazioni a domicilio. Con ottimi risultati: il 94,4% di loro si dichiara soddisfatta dei risultati ottenuti (fonti Astra Ricerche). Un grande risultato se si pensa che solo fino a qualche anno fa intorno alla colorazione gravitavano i timori più disparati.
Dalla perdita di morbidezza a quella di luminosità, passando per la paura di rovinare irrimediabilmente i capelli e di ottenere un colore poco naturale: tutto questo è solo un ricordo del passato. Oggi le tinte, e in particolare, quelle fai da te hanno migliorato notevolmente performance e riuscita. Più piacevoli da usare, sono più delicate: ad alcune colorazioni è stata eliminata l’ammoniaca, in favore di oli nutrienti che attivano ugualmente il processo di ossidazione. Ciò vuol dire che le nuove tinte colorano in modo permanente e totale, ma nello stesso tempo nutrono i capelli.
Migliorano, inoltre, le nuance che si avvicinano sempre più a quelle esistenti in natura, strizzando l’occhio alla tendenza e all’audacia: si pensi agli effetti sfumati o ai grigi e biondi super platinati.

 

Le più tradizionali possono restare su un’ampia gamma di colori luminosi e naturali: biondi con riflessi dorati o freddi; castani che esplorano tutte le gradazioni del marrone; rossi che si differenziano in ramati e mogano; neri, infine, sublimati da accenti tendenti al viola e all’ebano.

 

Se anche tu hai ceduto alla tentazione della colorazione capelli fai da te e vuoi sperimentare a casa tua alcuni degli effetti più trendy del momento, ecco i consigli giusti per te!