È il più versatile dei castani perché sta bene sia alle carnagioni chiare che a quelle olivastre. Sulle prime ne aumenta la luminosità, sugli incarnati da medi a scuri, invece, ne accentua l’aspetto “tutta salute”. Di certo è che tutti i coloriti traggono splendore dai capelli color cioccolato. Sono proprio le gradevoli venature marroni – che ricordano il più goloso dei dolci – a riscaldare il viso.

Immagina di entrare in pasticceria: noterai che ogni cioccolatino, barretta o “scultura” di cioccolato attraversa varie gradazioni di marrone, a seconda dell’ingrediente di cui è arricchito. Allo stesso modo potrai replicare sui capelli i vari gusti di cioccolato: nocciola per effetti castani né troppo chiari né troppo scuri, caramello per riflessi biondo scuro, al latte per chiome di quel bel castano pieno e lucido, fondente per ottenere un castano scuro vibrante. Senza dimenticare le varie gradazioni di gianduia, marron glacé, mandorlati ecc. fino al nuovissimo cioccolato malva, che ricorda il colore dei cioccolatini al gusto di liquore alla ciliegia: si tratta quindi un castano scuro venato di bordeaux.