Le cause dei capelli grassi

I capelli grassi tendono ad accumulare più sporco, polvere e odori a causa dell’eccessiva presenza di sebo sul cuoio capelluto e sui capelli. Questo si traduce in una chioma che, dopo anche solo un giorno dal lavaggio, appare spenta e opaca. A volte a questo inconveniente si aggiunge lo sgradevole effetto lucido, abbinato alla difficoltà nel dare alla chioma il volume e la piega desiderati. Le cause dei capelli grassi possono essere diverse e spesso sono combinate fra loro: uno squilibrio ormonale, un’alimentazione povera di sali minerali e vitamine oppure fattori come stress psico-fisico, inquinamento atmosferico e lavaggi troppo frequenti con prodotti inadeguati.

Shampoo capelli grassi: le cure giuste

Qualsiasi sia la causa dell’eccessiva produzione di sebo, i capelli richiedono delle cure specifiche, a partire dalla scelta dello shampoo capelli grassi. Una convinzione errata ma molto diffusa è che il lavaggio quotidiano dei capelli provochi l’aumento della produzione di sebo: niente di più sbagliato. A meno che non ci troviamo di fronte a problemi di salute che impongano l’uso ridotto di acqua e detergenti, il cuoio capelluto, così come i capelli non sono danneggiati da uno shampoo quotidiano, purché sia effettuato con i prodotti giusti e secondo alcuni criteri che ne rispettino la fisiologia.

Agenti lavanti non aggressivi

Per lavare i capelli tutti i giorni è bene usare uno shampoo fortificante dagli agenti lavanti non aggressivi e poco schiumogeni, ricco di vitamine del gruppo B in grado di rivitalizzare la struttura del fusto capillare.
L’azione di principi attivi come gli alfaidrossiacidi della frutta aiutano a fortificare il cuore della fibra capillare e a rimuovere in modo efficace il sebo in eccesso senza compromettere l’idratazione dei cuoio capelluto e dei capelli, necessaria per mantenere un corretto equilibrio nella produzione di sebo. I capelli particolarmente grassi troveranno giovamento dall’utilizzo costante di un prodotto che li liberi dallo sporco e dalla polvere accumulati, senza compromettere l’integrità del film idrolipidico presente naturalmente sul fusto.

Come e quando fare lo shampoo: consigli

Lo shampoo può essere effettuato in qualsiasi momento della giornata, ma è preferibile la mattina, poiché in questo modo si avranno capelli puliti più a lungo. Il motivo? La mattina le ghiandole sebacee lavorano di meno ,al contrario della notte , motivo per cui non è consigliabile lavare i capelli prima di andare a dormire. Di tanto in tanto, in abbinamento allo shampoo abituale, si possono aggiungere due o tre cucchiai di bicarbonato di sodio: amplificheranno l’azione purificante dello shampoo. Il lavaggio deve essere effettuato con acqua non troppo calda, preferibilmente tiepida e il cuoio capelluto va massaggiato dolcemente durante l’applicazione dello shampoo, eliminandolo ogni residuo durante il risciacquo. Per chi ha capelli che non accumulano una grande quantità di sebo ma tendono a ingrassarsi con velocità tra uno shampoo e l’altro, l’ideale è uno shampoo dalla formulazione leggera e tonificante. L’azione rinfrescante dell’estratto di Menta unita all’estratto di Limone aiuta i capelli a ritrovare tono e vigore, mentre l’azione esfoliante delicata degli acidi di frutta svolge un’azione purificante. Grazie ai principi attivi naturali contenuti nella formula i capelli sono puliti più a lungo e il cuoio capelluto viene lenito e riequilibrato.
Tra uno shampoo e l’altro per una pulizia senza acqua esistono anche gli shampoo secco senz’acqua, utili per rimuovere il grasso in superficie e donare volume alla capigliatura. Lo shampoo secco utilizza agenti lavanti concentrati e va spruzzato alle radici della chioma e lasciato agire per qualche minuto. Infine va rimosso l’eccesso di prodotto con una spazzola.

Lo shampoo adatto ai capelli grassi con forfora

I capelli grassi con forfora sono causati dalla desquamazione del cuoio capelluto dovuta spesso a forme di dermatite seborroica. La cute di un capello grasso con forfora è molto delicata perché infiammata e più soggetta a irritazioni, ma ha bisogno ugualmente di essere detersa in modo efficace e con prodotti mirati a rimuovere non solo il sebo in eccesso, ma anche le squame prodotte dall’infiammazione.
Quando la causa della forfora non è di origine patologica, come nel caso di psoriasi o affezioni della cute, ci si può affidare a normali shampoo specifici per questo tipo di problema. In caso contrario è meglio farsi consigliare da uno specialista, il quale consiglierà il prodotto più adatto. Lo shampoo per capelli grassi con forfora elimina quella visibile e aiuta a prevenire la ricomparsa, è ricco di sostanze lenitive e sebo-riequilibranti e antibatteriche. Lo zinco Piritone e l’Acido Salicilico estratto dalla pianta di Salice hanno un’azione purificante e aiutano a rimuovere con efficacia la forfora.
Il concentrato attivo di acidi della frutta permette alla cute di rinnovarsi e la protegge dalle irritazioni. Il risultato sono dei capelli più puliti e brillanti, ma anche più resistenti allo stress ambientale, spesso concausa della comparsa di forfora. I capelli grassi sono un cruccio anche per chi non ha questo problema ma sottopone la chioma a diversi fattori di stress ambientale, come fumo, luoghi affollati e smog, in modo continuo.
Anche un’alimentazione sbagliata, come accennato prima, favorisce la predisposizione ad avere i capelli grassi. Per chi desidera detergere i capelli, donare freschezza e leggerezza alla chioma e allo stesso tempo purificarla per prevenire l’accumularsi di sebo sul cuoio capelluto esistono prodotti mirati. Uno shampoo fortificante senza siliconi e parabeni e ricco di principi attivi naturali è un’ottima soluzione per detergere i capelli sottoposti a stress ambientale. L’estratto di menta e limone agiscono in sinergia per lenire e rinvigorire la cute, regalando una sensazione di freschezza e svolgendo un’azione detossinante.