La credenza comune riduce l’henné al semplice colore rosso o, nel peggiore dei casi, ad un arancione dovuto a una tinta sbagliata, ma la realtà è ben più complessa e… sorprendente! Quello dell’henné è un mondo che non si riduce alla sola categoria “tinte per capelli naturali”, ma si configura anche come un trattamento.

Come si produce?

Il nome scientifico è Lawsonia Inermis, un arbusto spinoso noto anche come henna o henné. Dalle sue foglie essiccate e tritate si ottiene una polvere dall’odore pungente, simile a quello del fieno, dall’intenso colore verde. Ma niente paura: il verde è solo momentaneo, e con le giuste modalità di applicazione il colore caratteristico del capello sarà il noto rosso.