Sai che la forfora è causata dal mix di tre fattori? Si tratta innanzitutto di un microrganismo presente sul cuoio capelluto chiamato Malassezia globosa, degli oli naturali conosciuti con il nome di sebo, e infine di una particolare sensibilità della pelle. Funziona in questo modo: la Malassezia scompone il sebo presente sul cuoio capelluto e produce acido oleico: quando troppo sensibile questo si irrita causando quel fastidio che conosciamo tutti con il nome di forfora che si manifesta con la presenza di scagliette bianche e secche alla base del capello. Ma tranquilla, non è altro che il risultato di un eccessivo processo di desquamazione degli strati più esterni dell’epidermide: una leggera presenza di ‘polvere’ può essere del tutto fisiologica, ma quando il numero di squame diventa rilevante tanto da causare imbarazzo, allora è il caso di consultarsi con uno specialista.