Hipster: un termine ormai entrato così prepotentemente nel gergo comunque che probabilmente non tutti ne conoscono il significato vero o cosa realmente sta a indicare. In breve, indica un genere di cultura o sottocultura, dipende dai punti di vista, che caratterizza giovani interessati alla musica o al cinema indie, propensi ad adottare una moda alternativa ma ben codificata, con idee politiche progressiste e ecologiste, attenti all’alimentazione, solitamente indirizzata verso il bio e lo slow food. Il termine non si sa bene da dove prenda origine etimologicamente, ma già negli anni ’40, negli Stati Uniti, stava a indicare gli appassionati di jazz e di bebop, giovani bianchi che volevano emulare i jazzisti neri.