I cambi di stagione, soprattutto in primavera e autunno, contribuiscono, seppur in modo diverso, ad accelerare il fenomeno della caduta di capelli, fatto che viene vissuto sempre con parecchia apprensione da noi donne (e non solo). Ma tranquille perché è del tutto normale perdere qualche capello quando facciamo lo shampoo, oppure lasciarne più del solito sulla spazzola. Non dovete assolutamente allarmarvi. Nella maggioranza dei casi, questo ‘ricambio stagionale’ ha a che fare con i nostri bioritmi naturali perché i capelli cadono esattamente come cadono le foglie degli alberi, per ricrescere più forti ed energici di prima. Ma occorre qualche accortezza.

 

Nel periodo di maggior fragilità, quando i capelli si spezzano più facilmente, dedicatevi un trattamento rinforzante ed evitate colorazioni aggressive, a meno che il ritocco non si limiti alla ricrescita o a un leggero riflessante naturale. Se la chioma è in sofferenza, inoltre, anche il calore diretto del phon può danneggiarne la struttura, ecco perché vi consigliamo, dopo l’abituale lavaggio, di tamponare delicatamente la testa con un panno in cotone o lino e, quando possibile, se il tempo lo permette e non fa troppo freddo, far asciugare all’aria aperta la chioma. Un buon rimedio può anche essere l’abbandono di piastre e arricciacapelli in questo periodo.