Sono innumerevoli le regole che abbiamo sentito e imparato fin dall’infanzia e che riguardano i capelli. Tali regole sono state nel tempo largamente smentite, non solo dalla scienza ma anche dall’evidenza spesso dei fatti che comprovano lo loro infondatezza.

Sono evidentemente da dimenticare in quanto possono provocare ingenuamente anche dei danni, invece di favorire la salute stessa dei capelli. Tra le “leggende metropolitane” divenute regole, patrimonio comune e da dimenticare definitivamente, ci sono per esempio quelle che dicono di non indossare il capello altrimenti i capelli cadono, come pure usare il gel o la lacca.

Si parla anche di capelli bianchi, dove pare che se uno di questi viene strappato ne crescano a ruota altri sette, oppure che è bene tagliare le punte per fare in modo che i capelli crescano più forti, per non parlare del fatto che lavare i capelli con acqua gelata dopo lo shampoo li renda più lucidi.

E’ evidente che i capelli hanno da sempre attirato l’attenzione e l’interesse di molti e su questi si sono create spesso delle vere e proprie “credenze“che a volte hanno sconfinato nella superstizione, come quella di tagliarsi i capelli soltanto quando c’è luna piena.

Andiamo per ordine e analizziamo bene come 7 di queste regole siano da dimenticare e soprattutto per quale motivo.